Per la fecondazione eterologa, una coppia pagherà, a seconda della complessità delle prestazioni a cui si sottoporrà, cifre che andranno dai 1.500,00 (fecondazione eterologa con seme da donatore con inseminazione intrauterina: compresi € 500 per i farmaci), ai 3.500,00 (fecondazione eterologa con seme da donatore in vitro:compresi € 500 per i farmaci), fino ai 4.000,00 euro (fecondazione eterologa con ovociti da donatrice:compresi € 500 per i farmaci).

Sono queste le tariffe, uguali in tutte le Regioni, decise dalla Conferenza delle Regioni e delle province autonome che si è tenuta a Roma il 25 settembre scorso. Per la copertura del Sistema sanitario pubblico, invece, le varie Regioni, salvo la Lombardia, assicureranno la prestazione al costo del ticket – che si aggirerà intorno alle 500,00 euro più il costo delle analisi – solo alle coppie nelle quali la donna ha meno di 43 anni.

La notizia fa riferimento al rimborso che le regioni riconosceranno ai centri pubblici e privati convenzionati per i trattamenti di fecondazione eterologa.
Il costo per la coppia nelle suddette strutture sarà solo relativo al pagamento del ticket.