La prevenzione al centro della seconda giornata nazionale della salute della donna

Oggi sabato 22 aprile si sta celebrando la seconda giornata nazionale della salute della donna, istituita su proposta del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. E’ stato scelto il 22 aprile in ricordo della nascita di Rita Levi Montalcini, grande scienziata italiana e premio Nobel.

La prevenzione è oggi al centro del dibattito e del confronto tra esperti, dedicato alla salute femminile lungo tutto l’arco della vita: dall’infanzia all’età giovanile e adulta fino alla senilità. Un’occasione anche per un primo bilancio delle azioni avviate un anno fa dal Manifesto per la salute al femminile e per il punto sui nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza. Tale manifestazione si è aperta con la presentazione, da parte del ministro Lorenzin, del calendario della salute della donna – un vero e proprio vademecum tascabile con i consigli più importanti di prevenzione. Tra gli argomenti trattati anche l’importanza di informare i cittadini sul ruolo della fertilità nella loro vita, sulla sua durata e su come proteggerla evitando comportamenti che possono metterla a rischio e promuovere interventi di prevenzione e diagnosi precoce al fine di curare le malattie dell’apparato riproduttivo e intervenire, ove possibile, per ripristinare la fertilità naturale.