Mangiare tanta frutta e pochi cibi “fast food” prima del concepimento, accorcia i tempi per l’ottenimento della gravidanza

Una bassa assunzione di frutta e un’elevata assunzione di cibi “fast food” in epoca preconcezionale sono stati entrambi associati a tempistiche più lunghe per il raggiungimento di una gravidanza.

Questo è il risultato emerso da uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Human Reproduction lo scorso 4 maggio.

Mentre alcuni fattori di stile di vita, come il fumo e l’obesità, sono stati oggetto di diversi ricerche e sono stati più volte associati sia a tempistiche maggiori per il raggiungimento di una gravidanza che ad infertilità, questo studio è totalmente incentrato sul ruolo della dieta nelle donne, sia fertili che infertili, prima del concepimento. Già altre ricerche effettuate nella popolazione di pazienti infertili hanno dimostrato un miglioramento della fertilità in caso di dieta Mediterranea comprendente frutta, verdura e pesce (Chavarro et al., 2007 ; Vujkovic et al., 2010; Twigt et al., 2012).

Ora, invece, per la prima volta, si sottolinea l’importanza di una dieta sana in fase preconcezionale per poter migliorare la propria fertilità sia per le persone infertili ma anche nella popolazione in generale .