Ansa Salute&Benessere

Nel 2012 in Italia 500 diagnosi preimpianto

Nati 100 bimbi non affetti da patologia genetiche

ROMA – “Circa 500 gli esami genetici preimpianto effettuati per mutazioni monogeniche e traslocazioni in Italia nel 2012, e da cui sono nati 100 bambini. Tutti non affetti dalla patologia in oggetto di esame. Sono questi i pochi dati disponibili in materia, poiché manca ad oggi un registro specifico e i dati vengono raccolti dietro invio volontario da parte dei centri di procreazione medicalmente assistita al registro europeo ESHRE PGD Consortium”. A fare il punto sui numeri è Filippo Maria Ubaldi, direttore clinico dei Centri GENERA di Medicina della Riproduzione Roma.

Seppure i dati non siano completi, indicano di fatto numeri bassi, anche dovuti al fatto che “sono pochi i centri di fecondazione assistita che permettono di effettuare la diagnosi genetica pre-impianto in Italia”. Per l’Europa, ci sono dati ESHRE più precisi che, relativamente al 2009-2010, parlano di 6160 cicli di prelievi ovocitari per diagnosi pre-impianto e 1238 bambini nati. Inoltre nei 2580 cicli eseguiti per malattie genetiche o cromosomiche ereditarie, non è stato riportato nessun caso di errore diagnostico.