Preservazione della fertilità: primo passo verso l’ovaio artificiale umano

L’ovaio artificiale umano è quasi una realtà: Il risultato è stato ottenuto dal Laboratorio di Biologia riproduttiva del Rigshospitalet di Copenhagen e presentato al congresso della Società Europea di Riproduzione Umana ed Embriologia (ESHERE) che si sta svolgendo in questi giorni a Barcellona. Lo studio, coordinato dalla Dott.ssa Susanne Pors,  ha per la prima volta isolato le strutture che racchiudono gli ovociti immaturi e dopo averle fatte crescere su un’impalcatura di tessuto ovarico privato delle sue cellule, ha dimostrato che sono in grado di funzionare. “Si tratta di di un’importante evidenza preliminare che dimostra la fattibilità di questo approccio per preservare la fertilità delle donne che devono affrontare cure che potrebbero compromettere il loro potenziale riproduttivo” è quanto affermato dalla coordinatrice della ricerca.