Probabilità di successo

I nostri risultati sono in linea con i migliori centri europei. Vengono riportati i dati 2010-2016 (dati del nostro centro anche inviati al registro nazionale PMA del Istituto Superiore di Sanita, ISS).

Le percentuali di successo dei differenti trattamenti di procreazione assistita sono legate all’età della donna, alla causa di infertilità e possono variare notevolmente da coppia a coppia e da ciclo a ciclo. Per ogni coppia viene scelta dalla nostra equipe un protocollo personalizzato in modo da ottimizzare i risultati per ciclo di trattamento. La nostra grande esperienza e l’alto livello tecnologico ci permette di avvalerci infatti di tutte le più sofisticate tecniche di fecondazione assistita.

CICLI FIVET / ICSI A SEGUITO DI STIMOLAZIONE OVARICA

Nel periodo 2010-2016 sono stati effettuati presso il reparto GENERA della Clinica Valle Giulia 7.512 cicli di prelievo ovocitario (OPU) per fecondazione assistita (FIVET-ICSI) di cui 7.089 (94.4%) sono giunti al trasferimento embrionale (ET) con embrioni freschi e/o congelati. L’età media delle pazienti trattate è di 38.2 anni. Il numero medio di ovociti maturi ottenuti è stato di 5,8 per ciclo di stimolazione. Questo numero varia notevolmente a seconda dell’età della donna, della riserva ovarica e del protocollo di stimolazione. Nelle donne con età inferiore a 35 anni vengono di media ottenuti circa 8 ovociti maturi.

Il numero di ovociti da inseminare non è stato fisso ma è determinato dal medico responsabile del trattamento in modo da ottimizzare il trattamento nel caso specifico (sentenza corte costituzionale 151/2009). Il tasso di fecondazione ovocitaria è risultato essere pari al 72,4% sia con ovociti freschi che con ovociti congelati. Il tasso di sviluppo a blastocisti è risultato essere del 56% dopo l’inseminazione di ovociti freschi, del 44% dopo l’inseminazione di ovociti congelati e superiore al 70% con ovociti di donatrice. (Figura 1).

La probabilità di ottenere una nascita viene espressa in percentuale per prelievo ovocitario (OPU) e per embryo transfer (ET). Vengono di seguito riportate le probabilità di successo nei diversi anni analizzati e in confronto con la media nazionale. Tali dati si riferiscono a trasferimenti di embrioni freschi e congelati. (Figura 2).

Figura 1


Figura 2

 

La Relazione annuale sullo stato di attuazione della Legge 40 del 19 febbraio 2004 sulla procreazione medicalmente assistita (dati ufficiali del Registro nazionale dell’ISS relativi all’applicazione delle tecniche di PMA effettuate in Italia nell’anno 2015) riporta i seguenti risultati:
In Italia sono stati eseguiti 50.214 OPU, 37.975 ET freschi, 11.849 trasferimenti da embrioni scongelati e infine 1.221 da ovociti scongelati. Sono stati ottenuti 9.071 parti. L’età media delle pazienti trattate è stata 36,7 anni. Nonostante l’età media delle pazienti trattate sia significativamente inferiore rispetto alle pazienti trattate nel centro GENERA, i nostri risultati sono superiori sia in termini di gravidanza per OPU che di gravidanza per ET. (Figura 2).

Quando i risultati vengono espressi a seconda dell’età della donna risulta chiaro come questo fattore sia il più importante nel predire la gravidanza. (Figura 3).

Non tutti i cicli di prelievo ovocitario portano al trasferimento embrionale. Quest’ultimo può essere annullato per i seguenti motivi:

  • per mancato recupero di ovociti
  • per mancata fecondazione ovocitaria
  • per mancato sviluppo embrionale oppure per assenza di embrioni compatibili con l’impianto

La cancellazione del trasferimento embrionale in fresco può anche essere una decisione medica a tutela della salute della donna e/o per l’ottimizzazione della valutazione embrionale e/o per una migliore sincronizzazione tra endometrio ed embrione. In ogni caso vengono crioconservati gli ovociti maturi e/o gli embrioni vitali.

Dal 2013, alla luce dei nostri risultati anche pubblicati sulla prestigiosa rivista Human Reproduction (Ubaldi et al., 2015), della letteratura scientifica internazionale ed in assenza di altre indicazioni specifiche, viene consigliato il trasferimento di una singola blastocisti nelle donne con età inferiore ai 35 anni o di una singola blastocisti euploide nei casi di diagnosi pre-impianto in tute le fasce di età della donna. I tassi di gemellarità ottenuti nel nostro centro sono di seguito riportati e sono risultati essere altamente dipendenti dalla politica del centro (con una significativa riduzione nel tasso di gravidanza gemellare e un azzeramento del tasso di gravidanza trigemina dal 2013 ed un’efficacia del trattamento invariato), (Figura 4).

Figura 3


Figura 4

 

ll numero medio di embrioni trasferiti è stato 2,2 nel 2010, 1,9 nel 2011, 1,8 nel 2012, 1,4 nel 2013 ed infine 1,1 nel 2014, 2015 e 2016.

La politica del centro GENERA di massima tutela della donna e della gravidanza è risultata essere molto efficace sia nel diminuire il rischio di aborto nelle donne con età superiore a 35 anni (Figura 5) sia nel migliorare gli esiti ostetrici con una riduzione dei bambini nati pre-termine e dei nati sotto peso rispetto alla media Nazionale (Figura 6).

Figura 5


Figura 6

 

CICLI CON EMBRIONI E OVOCITI SCONGELATI

Nel corso dell’anno 2016 sono stati effettuati 860 cicli di scongelamento omologo (da tecnica di VITRIFICAZIONE), di cui 851 sono giunti al trasferimento embrionario (98.9%). Sono state ottenute 372 gravidanze cliniche (43,7% per embryo transfer) di cui 298 a termine (35.0%). I risultati sono quindi perfettamente sovrapponibili a quelli ottenuti nei cicli freschi.

Cicli di Fecondazione Eterologa

Nel biennio 2015-2016 sono stati effettuati 89 cicli di fecondazione assistita eterologa con donazione di ovociti congelati (da tecnica di VITRIFICAZIONE). I risultati ottenuti sono sovrapponibili a quelli ottenuti nei cicli di fecondazione assistita omologa con ovociti freschi ove l’età della donna è <35 anni. Il numero di ovociti messi a disposizione della coppia risulta cruciale nell’ottenimento della gravidanza (Figura 7), motivo per il quale nel nostro centro vengono messi a disposizione un minimo di 6 ovociti vitrificati per ciclo di scongelamento.

Nel biennio 2015-2016 sono stati effettuati 31 cicli di fecondazione assistita eterologa con donazione di spermatozoi. Di seguito sono riportati i risultati ottenuti nel nostro centro espressi in termini cumulativi come tasso di gravidanza clinica e a termine, (Figura 8).

Figura 7


Figura 8

Nb. Le percentuali di successo sono riferite ai risultati ottenuti a seguito del trasferimento di un singolo embrione, come da politica adottata nel nostro centro.

 

DIAGNOSI GENETICA PRE-IMPIANTO: risultati ottenuti nel nostro centro

  • PGT-A

L’efficacia globale della diagnosi preimpianto dipende, da un lato, dal numero di embrioni disponibili e dal loro grado di sviluppo e, dall’altro dal rendimento del metodo diagnostico molecolare impiegato.

I risultati clinici ottenuti nel nostro centro (2763 prelievi ovocitari effettuati da 2280 coppie presso la nostra struttura fino ad aprile 2017; età media della donna: 39,5 anni) evidenziano che:

il 78% in media dei cicli presentano almeno una blastocisti analizzabile

nel 67% in media dei casi in cui viene effettuata la biopsia si identificano embrioni evolutivi e con normale corredo cromosomico (euploidi; tasso di euploidia: 47% delle 6600 blastocisti analizzate)

-il tasso di gravidanza a termine per trasferimento embrionale risulta essere in media 43% in questi cicli.

 

Le gravidanze gemellari sono lo 0,5%, in conseguenza di un numero medio di blastocisti trasferite pari a 1,01 per trasferimento embrionale.

2

Figura 2. Possibilità di ottenere almeno una blastocisti in relazione all’età materna

3

Figura 3. Possibilità di identificare una blastocisti cromosomicamente normale all’aumentare dell’età materna

 

4

Figura 4. Tasso di impianto a termine delle blastocisti euploidi per età della donna al prelievo ovocitario. 1630 trasferimenti di 1654 blastocisti euploidi

5

Figura 5. Tasso di aborto per età della donna al prelievo ovocitario.

 

  • PGT-SR

Nel corso di 104 cicli effettuati da 85 pazienti portatori di riarrangiamenti strutturali nel cariotipo materno o paterno (età media della donna: 35 anni) presso il nostro centro, sono state analizzate 420 blastocisti. Il 37% di queste non presentavano sbilanciamenti cromosomici. Il 75% dei cicli si è risolta con almeno una blastocisti trasferibile. Ad oggi, 90 trasferimenti di 92 blastocisti euploidi sono esitati in 1 solo aborto (3% per gravidanza clinica) e un tasso di gravidanza a termine per trasferimento del 43%.

  • PGT-M

58 pazienti (età media della donna: 36 anni) hanno effettuato 71 cicli. Il 66% delle blastocisti si sono rivelate non-affette per la specifica patologie monogenica in esame. Il 50% delle blastocisti non affette sono state anche diagnosticate euploidi. Ciò si è tradotto nel 76% dei cicli con almeno una blastocisti non-affetta e cromosomicamente normale. Il tasso aborto è stato 12%. Il tasso di gravidanza a termine per trasferimento è stato del 44%.

 

Per trasparenza tutti i nostri costi sono consultabili alla pagina Costi economici