Parte oggi, 1 ottobre 2014, un’Assemblea permanente di Esperti tra ginecologi, sociologi, membri di Associazioni femminili, psicologi, sessuologi ed educatori,nominata dal Ministro della salute Beatrice Lorenzin, per studiare le strategie migliori per far nascere più bambini in Italia. Un tavolo, cioè, della fertilità e prevenzione delle cause dell’infertilità. 25 esperti, tra i quali  anche il Dott. Filippo Maria Ubaldi, sono stati incaricati di elaborare entro sei mesi, un documento che indichi strade per invertire la curva discendente della natalità.
E’ un problema sociale, culturale ed economico. Prima di tutto “bisogna partire dagli aspetti democratici” , spiega il ministro Lorenzin: “Dovremo studiare il declino della fertilità e le sue cause. Se è legato ad esempio al tabagismo, a fattori ambientali, a malattie professionali e non”. Successivamente saranno necessarie campagne di informazione. Secondo il ministro della salute, infatti, “non sono solo le difficoltà economiche a frenare le coppie, ma anche la disinformazione. Le donne – continua il ministro – non sono sufficientemente consapevoli del fatto che a un certo punto della loro vita, la possibilità di restare incinte cala drammaticamente”.   Inoltre sono necessari anche interventi nelle scuole e tra gli stessi professionisti: pediatri medici di famiglia. Ad esempio continua il ministro Lorenzin, “è necessario che i medici spieghino ai pazienti come possono preservare la fertilità o rimuovere i problemi che la ostacolano”. Fondamentale, quindi, sempre secondo il ministro sarà “la prevenzione coinvolgendo le famiglie, i pediatri, gli insegnanti”.