Terza giornata Nazionale della Salute della Donna

Oggi è la terza giornata Nazionale della Salute della Donna istituita nel 2015 il 22 aprile in ricordo della nascita della grande scienziata e premio nobel Rita Levi Montalcini.

L’inaugurazione si è tenuta ieri alla presenza del ministro della salute Beatrice Lorenzin insieme alla giornalista Annalisa Manduca al Villaggio della Salute.

Tra i vari temi affrontati quest’anno, emerge quello sulla prevenzione e gli stili di vita.

Promuovere una corretta alimentazione e uno stile di vita sano, attivo, libero da fumo, alcol e droghe lungo tutto il corso dell’esistenza della donna, sono interventi necessari per tutelare, tra le altre cose, anche la salute riproduttiva. Le cause dell’infertilità, sia femminile che maschile, sono numerose e di diversa natura ma particolare rilievo hanno, infatti, i fattori di rischio collegati all’adozione di stili di vita scorretti. La fertilità è dunque un bene da tutelare fin dalla giovane età.

Durante la manifestazione, il ministro Lorenzin ha sottolineato anche come la “prevenzione e la tutela della donna siano alla base del nostro sistema sanitario“, aggiungendo anche che “curare una donna vuol dire curare la famiglia, la comunità, la società” e che “la salute non è solo assenza di malattia, ma benessere”. Inoltre, sempre secondo il ministro della salute, la prevenzione è “una questione soprattutto culturale che deve essere promossa all’interno delle nostre scuole”.

Presente all’evento di ieri, anche il Centro Genera con la Dott.ssa Gemma Fabozzi e il Dr. Alberto Vaiarelli.