Si è concluso ieri sera, 14 febbraio 2015, la due giorni del GENERA and BIOROMA Symposium 2015 “The new era of PGS application in art”, che ha visto la partecipazione e l’interesse di un numero elevato di esperti del settore e non solo. I dati presentati del primo censimento nazionale sui centri di PMA attrezzati per effettuare la Diagnosi genetica preimpianto in Italia, hanno evidenziato come il Lazio sia al primo posto seguito dall’Emilia Romagna, Toscana e Lombardia. Tali dati confermano, inoltre, che l’Italia si sta muovendo nella direzione giusta e in linea con gli altri paesi europei per quanto riguarda l’applicazione delle due più attuali tecniche di diagnosi genetica preimpianto: la PGD e la PGS. La PGD è in grado di individuare la presenza di malattie genetiche ereditarie, mentre la PGS di identificare la presenza di alterazioni cromosomiche nelle donne in età materna avanzata. Entrambe sono effettuate sull’embrione prodotto in vitro nei cicli di fecondazione assistita.

Per leggere il comunicato stampa completo visitate la pagina Genera in evidenza  

Invece per tutti gli aggiornamenti visitate la nostra pagina su Facebook