Un viaggio inaspettato – quando si diventa genitori con la fecondazione eterologa. Un libro di Federica Faustini e Marina Forte

Gran parte di noi cresce con l’aspettativa di poter diventare un giorno genitore, ma non per tutti è così. Quando non è possibile un concepimento naturale o la fecondazione assistita omologa, si apre un terzo scenario: quello della fecondazione eterologa.
È chiaro, però, che il concepimento ottenuto in questo modo non può rappresentare la fine del percorso: le coppie che decidono di seguire questa strada si imbarcano in un viaggio emotivo con conseguenze profonde, soprattutto etiche, psicologiche e sociali.

Scopo del libro

Scopo del libro è dare voce e spazio a chi intraprende questo cammino, cercando di ridimensionare le comuni fantasie sul donatore o la donatrice e le preoccupazioni per la mancanza del legame genetico da parte di uno dei due genitori. E poi, è meglio comunicare al proprio figlio le sue origini o è preferibile che non venga a sapere nulla?
Una guida per affrontare questo importante e difficile progetto di genitorialità, perché le coppie che si avviano su questa strada capiscano che non sono sole.
A corollario dei vari vissuti, alcune figure professionali che hanno apportato un enorme contribuito all’interno di questo campo, cercano di spiegare le implicazioni scientifiche che stanno dietro a questa scelta.

Autrici

Federica Faustini è psicologa clinica e psicodiagnosta. Nel 2013 la sua strada si è incrociata con quella di Marina Forte, psicologa e psicoterapeuta. Operano insieme presso il reparto di medicina della riproduzione GENERA della clinica Valle Giulia, fornendo supporto individuale, di coppia e di gruppo a tutte le persone coinvolte nel percorso di fecondazione assistita (PMA). Approfondiscono giornalmente, con passione e dedizione, le tematiche psicologiche inerenti il mondo dell’infertilità, condividendo con i vari esperti del settore le nuove conoscenze emerse. Per maggiori info clicca QUI

UN VIAGGIO INASPETTATO
 – Quando si diventa genitori con la fecondazione eterologa – di Federica Faustini, Marina Forte
 – pp. 160 

Mia Martini